VILLA GAMBERAIA

VILLA GAMBERAIA

Sono moltissime le ragioni per cui amare la Toscana - culturali, artistiche o enogastronomiche - ma primi tra tutti si annoverano gli infiniti luoghi da scoprire, i paesaggi insoliti e gli scorci romantici immersi in una quiete agreste che il passare lento del tempo ha saputo rendere ancora più dolce e delicata.

Villa Gamberaia è certamente tra questi e rappresenta uno dei massimi esempi di bellezze toscane che ha saputo conservare intatto il suo fascino originale.

Adagiata sulle colline di Settignano, offre ai suoi ospiti il piacere di un panorama unico che abbraccia la valle dell’Arno e si estende fino alla città di Firenze. La maestosità del giardino e la struttura architettonica perfettamente conservata ne fanno una delle location toscane più rinomate, oltre che ambita meta per turisti italiani e stranieri.

Villa Gamberaia deve probabilmente il suo nome alla famiglia Gamberelli e ai suoi possedimenti che nel Quattrocento comprendono una vasca per gamberi di acqua dolce.

Nonostante le prime notizie storiche risalgano al XIV° secolo e riguardino una piccola casa colonica appartenuta ai monaci Benedettini, la costruzione della villa inizia nel 1610 quando il nuovo proprietario Zanobi Lapi ne predispone i lavori che includono la sistemazione dei maestosi giardini.

Nel corso del Settecento la proprietà, ceduta alla famiglia Capponi, viene ulteriormente ampliata arrivando a comprendere quindici case coloniche distribuite su una superficie di quasi 100 ettari. Al tempo era già possibile ammirare molte delle strutture che incantano ancora oggi gli avventori, come l’imponente viale a prato – il cosiddetto bowling green -  che ne suoi 225 metri di lunghezza conduce al ninfeo circondato da cipressi secolari o il “gabinetto rustico”, una struttura ellittica ornata da preziose decorazioni.

Nel XIX secolo la villa passa nelle mani di numerose famiglie nobiliari europee che modificano più o meno radicalmente l’impianto originario. In particolare la principessa russo-moldava Jeanne Ghikha, sorella della regina Natalia di Serbia, conferisce un’impronta personalissima al giardino intraprendendo un restauro che trasforma il selciato in un raffinato parterre d’acqua arricchito da fiori e piante colorate.

Da quel momento la villa è al centro di numerosi studi da parte di critici e architetti provenienti da tutto il mondo che definiscono il giardino un esempio di assoluta perfezione botanica.Nel corso del secolo scorso la villa subisce gravi danneggiamenti dovuti perlopiù ai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale. Dopo essere stata ceduta al Vaticano viene acquistata dalla famiglia Marchi che dal 1952 inizia una complessa opera di restauro, proseguita tutt’oggi dagli eredi Zalum che immediatamente intuiscono il pregio della proprietà e l’importanza di riportarla all’antico splendore.

Rispetto al progetto voluto dalla principessa russa, le siepi di bosso hanno preso il sopravvento sulle fioriture di lavande, gigli e rose. Ancora oggi i sempreverdi dalle forme perfette incorniciano le vasche poliformi,  abilmente potati dai giardinieri al servizio della proprietà.

La cosiddetta limonaia è invece un’area laterale dove in primavera sbocciano delicati fiori dai colori pastello mentre d’estate dominano le fragranze acidule dei frutti maturati al sole. Nel periodo invernale lo “stanzone per limoni” ospita l’importante collezione di agrumi prudentemente custoditi al caldo per preservarne intatte aroma e bellezza.

Visitare Villa Gamberaia rappresenta quindi un’esperienza unica a seconda della stagione prescelta: un appagamento per tutti i sensi, dalla vista all’olfatto, che non smette mai di emozionare i suoi numerosi ospiti.

Oltre alle straordinarie bellezze naturalistiche è ora possibile scoprire le stanze che compongono la dimora patronale e le dépendances, i cui interni sono arredati con gusto raffinato ed elegante.

Molte delle sale più belle sono a disposizione del pubblico per brevi soggiorni, convegni o attività culturali. Villa Gamberaia si propone inoltre come maestosa location per matrimoni e ricevimenti, rendendo ancora più speciale il Vostro grande giorno.

 

www.villagamberaia.com

26-06-2014